Storia

La Nostra Storia


La storia della Distillerie Mazzari inizia nel 1958. Primo Mazzari, originario di Russi (Ravenna), lavorava come trasportatore per conto di diverse aziende e magazzini locali. Le limitate capacità di magazzinaggio in frigorifero, e l’abbondante produzione di frutta, faceva si che la merce eccedente venisse gettata. Consapevole di tale spreco, Primo Mazzari ebbe l’idea di raccogliere la merce in esubero e trasportarla in un capannone di sua proprietà con l’intento di produrre sidro, che fermentato diventa materia prima alcoligena, che poi veniva venduto alle distillerie della zona. In quegli anni i terreni della Bassa Romagna erano ricchi di frutteti e Primo Mazzari e il padre decisero di allargare la loro attività con la costruzione di una nuova sidreria, traslocando la lavorazione da Russi a Sant’Agata sul Santerno (Ravenna), paese ritenuto strategico per la vicinanza ai tanti magazzini di frutta presenti a quel tempo sul territorio circostante.

Ad impianto ultimato, Primo Mazzari  intensificò l’attività di raccolta frutta e produzione di sidro, raggiungendo in breve tempo elevati livelli produttivi. Nel 1960, costruì anche un piccolo impianto di distillazione, che rapportato alla materia prima disponibile si rivelò presto insufficiente. Decise quindi di costruire un ulteriore impianto di distillazione, con la possibilità di lavorare oltre alla frutta anche il vino e i sottoprodotti viti-vinicoli e allargare la gamma di produzione (Acquavite di vino, Brandy Italiano,  Distillati di Frutta ecc.). L’impianto di distillazione fu ulteriormente potenziato e Primo Mazzari divenne un forte concorrente delle distillerie esistenti.

Primo-Mazzari

“Noi eravamo i più piccoli, e i nostri concorrenti cercavano ogni soluzione per eliminarci e farci chiudere. Ma con il passare del tempo è accaduto l’inverso; noi siamo progrediti e cresciuti, abbiamo sviluppato elevate e forti conoscenze interne, ci siamo evoluti tecnologicamente, tanto che le aziende nostre concorrenti hanno cessato la loro attività e noi, dall’essere i più piccoli, siamo passati ad essere i più grandi.
La mia fortuna è stata quella di avere sempre le idee chiare e la presenza di mio padre a fianco, che non ha mai avuto paura dei debiti. La mentalità delle banche nei nostri confronti cambiò, così che, dopo esserci fatti conoscere e aver capito che eravamo persone serie, con la voglia di lavorare e costruire qualcosa di nuovo e importante, ci concedettero tutti i finanziamenti di cui necessitavamo. Siamo così partiti, pieni di debiti ma con l’orgoglio e la volontà di fare sempre di più”.

− Primo Mazzari −

Ai primi degli anni Settanta si iniziò a lavorare anche i sottoprodotti del processo di vinificazione, quali la feccia di vino da cui si ottiene Alcool e Tartrato di Calcio (semilavorato necessario per produrre l’Acido Tartarico).

La Distillerie Mazzari è cresciuta e nel 1995 si è associata alla Lavorazione Sociale Vinacce di Modena, consorzio di secondo grado di Cantine Sociali Cooperative che annovera, tra i suoi soci, i più importanti produttori di vino del Nord Italia.

Nel 2000, si decise di realizzare un impianto ex-novo per la produzione di Acido Tartarico Naturale. Questa scelta, si è dimostrata essere strategicamente vincente, in quanto la domanda di Acido Tartarico Naturale è cresciuta negli anni. Oggi la Distillerie Mazzari è leader mondiale tra i produttori di Acido Tartarico Naturale. Negli ultimi anni, gli investimenti della Distillerie Mazzari si sono concentrati sulla produzione di energia rinnovabile, sulla continua ottimizzazione dei processi produttivi e sul miglioramento delle condizioni ambientali esterne ed interne all’Azienda.

È così che, da un piccolo impianto nato nel 1958, la Distillerie Mazzari si è sviluppata per diventare oggi una delle maggiori realtà mondiali del settore.

© 2017 Tutti i diritti riservati | Privacy Policy | Cookie Policy
Distillerie Mazzari S.p.A. - Via Giardino, 6 - 48020 Sant'Agata sul Santerno (RA) Italy
Capitale Sociale: €20.000.000, PIVA: 00454950395, RA-94733, PEC: mazzarispa@registerpec.it
Realizzato da SED Web

Log in with your credentials

Forgot your details?